Valentina Bonera

Una vita dedicata ai cavalli………

redroseranch@alice.it

Mi chiamo Valentina Bonera, sono nata a Milano il 6 gennaio 1978.
Ho vissuto a Monza e ho studiato “Belle Arti” a Milano fino a 23 anni.
Avevo all’incirca otto anni quando mio padre mi appoggiò sul primo cavallo che avessi mai visto, un gigantesco argentino pezzato con una enorme testa dritta e fiera, con lo sguardo placido e profondo di un guerriero da strada.
Da quel momento in poi tutto è cambiato, nei miei pensieri, nel mio cuore e nella mia vita, sono entrati i cavalli. Da allora non mi hanno mai abbandonato, o forse io non li ho più lasciati andar via.
Da ragazzina, come tutti i giovanissimi che si avviano all’equitazione, ho partecipato a qualche concorso e ho anche conseguito i quattro livelli con la AIEW. Tuttavia non mi sono mai trovata a mio agio nell’ambiente agonistico che, nonostante i risultati apprezzabili, ho abbandonato quasi subito.
La dimensione di relazione con il cavallo che più mi apparteneva io la ritrovavo nei boschi e lungo i crinali delle colline dell’Appennino Emiliano, dove fuggivo appena mi era possibile. Appena potevo partivo da Milano e correvo al Red Rose Ranch. L’associazione sportiva esiste dal 1991 ed è nata grazie a Joppy (Giovanni Magli) e al suo sogno di riavvicinarsi alla natura, di ritornare alle sue origini. Questo luogo da allora è diventato per me una seconda casa.
Trascorrevo i fine settimana montando la mia Brigitte nelle belle passeggiate lungo il torrente Savena, in compagnia di amici che condividevano la mia stessa passione. Si girava a cavallo per giorni, dormendo sotto le stelle, respirando l’impagabile aria della spensieratezza e della libertà. Durante questi anni bellissimi Joppy mi ha insegnato i cavalli, le cose vere da sapere su di loro… e su tante, tante altre creature che popolano i cieli e i boschi delle nostre meravigliose colline.
Sull’onda delle mie inclinazioni e alla ricerca di un equitazione diversa, che ci riportasse in contatto con la natura e con noi stessi e che restituisse al cavallo la sua dignità e il suo ruolo di protagonista in questo “sport”, nel 2007 ho iniziato ad interessarmi alla cosiddetta “Natural Horsemanship”. Ho sempre sentito il cavallo come un amico, un compagno di viaggio non solo in senso lato, esso è a mio avviso, tra le poche creature in grado di accompagnarci in un cammino che ci conduce davvero in profondità dentro noi stessi. Attraverso il mio lungo percorso formativo nel mondo dell’ horsemanship, che è ancora in evoluzione, ho trovato il canale per trasmettere alle persone il valore di questa straordinaria opportunità che i cavalli ci offrono.
Oggi al Red Rose Ranch mi occupo, con i miei preziosi collaboratori, di una quarantina di cavalli. Sono un Istruttore qualificato Engea, Tecnico di Istruzione Equituristico, docente formatore del Programma “Equilogika – Addestramento Binomi Equestri” e Istruttore della Scuola Italiana di Horsemanship, un programma di Equitazione Etologica che ho creato nel 2008 insieme a Monica Dovara, grande professionista nonché meravigliosa donna di cavalli.
Chi conosce il Red Rose Ranch sa che non è un grosso Centro Ippico, non organizziamo competizioni agonistiche. Svolgiamo il nostro lavoro con semplicità e tanta passione in un piccolo maneggio sulle colline del nostro bell’Appennino…. e abbiamo scelto la nostra strada con i cavalli.
Lavoriamo per insegnare un’equitazione più consapevole attraverso la strada della comunicazione “naturale” che abbiamo scelto di intraprendere con i cavalli. Una strada di libertà, serenità e relazione che ci tiene ancorati all’intento originario di chi aveva desiderato questa realtà e creato questo luogo. Il sogno di Joppy, che purtroppo ci ha lasciati nel 2006, i suoi principi e i suoi valori, sono forti e vivi dentro tutti noi.